AM Broker Review

AM Broker Review

9
51

Quando si trova una società di brokeraggio che è stata recentemente costituita, si inizia inavvertitamente a cercare i suoi difetti nascosti. L’AM Broker non fa eccezione, e con le sue poche e divise recensioni, siamo ancora più interessati a scoprire come è fatto il loro sito web e quali sono le loro condizioni di servizio. Quindi, aspettate e scopriamo se la truffa di AM Broker è reale o no.

AM Broker recensione – prime impressioni

Come ogni altra recensione di broker, ci interessa soprattutto il modo in cui le proposte di AM Broker si sovrappongono alle consuete offerte del mercato. Mentre ci dirigiamo verso il reparto “tipi di account” sul loro sito web, siamo accolti con un pacchetto standard di vendita al dettaglio che richiede un deposito minimo di $1000; parleremo di questi e di altri numeri in dettaglio un po’ più tardi, ma per ora diciamo solo che $1000 per un deposito minimo è un requisito GRANDE da una nuova società.

Proprio sotto questo numero vediamo che la leva massima arriva fino a 1:500, che è un tasso impressionante, ma di questo parleremo più avanti. Un altro importante indicatore è lo spread, che varia da 0,6 a 0,9; anche in questo caso, si tratta di un numero abbastanza buono e ne spiegheremo il motivo.

Per quanto riguarda il regolamento, in fondo alla prima pagina, dicono che la società è stata registrata e regolamentata dalla Financial Services Authority of Saint Vincent and the Grenadines, il che avrebbe dovuto essere sufficiente a rimuovere ogni sospetto di frode di AM Broker, ma non è necessariamente così; è interessante notare che, subito dopo quella riga, dicono di non fornire servizi ai cittadini di Giappone, Stati Uniti, Canada, UE e Nuova Zelanda, il che parla da sé. E infine – il supporto software, che è abbastanza vario e moderno: offrono i loro servizi attraverso Metatrader 5, Web Trading, e le applicazioni iOS/Android.

Ora andiamo sul loro sito web e vediamo come si presenta.

Che aspetto ha il sito web

Prima di iniziare a zampillare sul moderno e semplicistico sito web di AM Broker, dovete sapere che non ci vuole molta conoscenza informatica per creare un sito web piuttosto sofisticato. Ci sono piattaforme come Wix, o Squarespace, che offrono i loro modelli preesistenti per permettervi di creare facilmente un sito web di vostro gradimento. Quindi, tenendo presente questo, andiamo avanti.

La prima cosa che si nota del sito web è il suo aspetto e il design semplicistico, ma AM Broker è legale per questo? Non necessariamente. Ci sono 5 schede nell’angolo in alto a destra della prima pagina, che consentono di ottenere le informazioni su trading, risorse, promozioni, partner e sullo stesso AM Broker. Un po’ più in basso potete vedere le loro offerte e proposte di base (12% di bonus annuale, 25% di bonus di deposito, ecc.), il che, ancora una volta, vi dà un senso migliore di quello che hanno da offrire. Hanno anche una finestra dei prezzi di mercato nella prima pagina, che contiene non solo gli indicatori Forex, ma anche indici, materie prime, azioni, ETF e crittovalute.

Un altro importante indicatore di un sito web decente è la pagina Chi siamo. Quando si arriva a quella pagina, a prima vista sembra tutto a posto: c’è un breve video e una storia non troppo lunga di quale sia stata l’idea che ha portato alla creazione di questa azienda e quali siano i suoi obiettivi. Ma quando si inizia a leggere, una cosa che lampeggia di più è quanto drammatico e radicale ritraggano l’ambiente commerciale e il loro ruolo in esso.

Quello che fondamentalmente dicono è che prima di loro c’era questa oscurità capitalista nel campo, dove le aziende erano concentrate sullo sfruttamento dei loro clienti e sul risucchiare più profitto possibile; ecco perché erano determinate a rendere il campo del trading più “democratizzato” e disponibile per una più ampia gamma di clienti con condizioni di servizio ragionevoli. Se non avete già indovinato che tipo di auto-descrizione è questa, lasciate che vi aiutiamo: è vantarsi! E l’unica cosa che i vantatori di solito fanno male è il loro lavoro.

Si può fidare di AM Broker presso le autorità?

Come abbiamo già detto nella revisione di base di AM Broker, la società è stata registrata dalla Financial Services Authority of Saint Vincent and the Grenadines.

Se non lo sapete già, queste isole lontane e isolate sono quelli che vengono chiamati “rifugi sicuri” per quelle imprese che sono inclini a nascondere i loro profitti ai loro governi o a fornire servizi altrimenti illegali nei loro rispettivi paesi. Essere regolati da uno dei più piccoli paesi del mondo da una delle regioni più povere del mondo significa fondamentalmente non avere alcuna regolamentazione, il che dà alla truffa di AM Broker una sfera d’azione molto più ampia.

Un altro fatto interessante di AM Broker è che non fornisce il suo servizio ai cittadini del Giappone, degli Stati Uniti, del Canada, dell’UE e della Nuova Zelanda. Questo non sorprende, dato che i paesi sviluppati hanno normative molto più severe e si preoccupano davvero dei loro cittadini, ecco perché non permettono alle aziende sconosciute e sospette di truffare la loro gente.

I numeri in dettaglio

Ora diamo un’occhiata più da vicino ai numeri reali. Sappiamo già che il deposito minimo richiesto è di $1000, che è molto più alto del numero medio nel campo del trading, che si aggira intorno ai $200-250. Ma come abbiamo già notato, le società sospette come l’AM Broker hanno i loro schemi fraudolenti per ottenere ricavi, che a loro volta contengono rischi elevati.

Se a ciò si aggiunge il fatto che in genere forniscono il loro servizio ai paesi in via di sviluppo, diventa ovvio che i rischi elevati richiedono prezzi e richieste elevate. Ecco perché richiedono un deposito minimo di 1000 dollari per giustificare le loro attività.

La leva massima dipende anche fortemente dal fattore ad alto rischio, che in questo caso non potrebbe essere più ovvio. L’AM Broker vi offre una leva massima di 1:500, che è un numero impressionante – ma non è sorprendente. Vedete, per farvi interessare ai loro prodotti e farvi scartare tutte le informazioni sospette di cui hanno bisogno per offrirvi qualcosa in cambio, che in questo caso è un alto tasso di leva.

Se sei abbastanza audace (o, diremmo, abbastanza sbadato) da utilizzare il loro servizio, teoricamente otterrai più profitti dai tuoi depositi. Qui possiamo anche menzionare spread più bassi (0,6-0,9), che vi dà l’opportunità di acquistare o vendere la vostra valuta più o meno negli stessi importi. Questi tassi più bassi dipendono anche da rischi elevati e, come già sapete, non potete mai fidarvi di chi utilizza aree offshore per le proprie attività.

Per quanto riguarda il prelievo di AM Broker, la società offre solo prelievi di denaro tramite Visa o MasterCard, il che non è impressionante. In realtà, è uno svantaggio, dato che ci vuole quasi un’intera settimana per prelevare denaro utilizzando queste piattaforme, a differenza di PayPal o di altri sistemi online, che offrono operazioni istantanee.

Conclusione – AM Broker è legale?

Dopo tutto quello che abbiamo detto di AM Broker, possiamo aggiungere solo una cosa: se date valore alla stabilità e all’affidabilità, allora non fate scambi con loro. Sono una società che si basa su una falsa pretesa di regolamentazione della FSA, ma non significa nulla in effetti. Usano “rifugi sicuri” per fare il loro lavoro, che di per sé non è qualcosa che si dovrebbe cercare in un’azienda affidabile. Alcuni numeri possono anche essere impressionanti e allettanti, ma bisogna tenere presente che questo tipo di imprese devono bilanciare i loro rischi con alti profitti e leve.

Sì, ci sono diverse opinioni di AM Broker che danno una valutazione a 4 o 5 stelle alla società, ma dopo un attento esame, possiamo vedere che potrebbero anche essere false e fuorvianti.

Ecco la nostra recensione dell’AM Broker. Speriamo che prendiate una saggia decisione durante il trading.